AIKIDO
MAESTRI
NOI
MATERIALI
TECNICHE
FOTO
VIDEO
BACHECA
CONTATTI
LINKS
CORSO BIMBI

Tsunami Dojo

è il nome di una scuola di AiKiDo a Pescantina (Vr),
dove si pratica e si impara la nobile arte fondata dal Giapponese Ueshiba Morihei (1883-1969).

L'associazione è stata costituita da Alessio, Michele e Diego nel 2008.

Dal 2012 l'associazione viene rappresentata da Michele e Roberto e presenta ad oggi i seguenti iscritti.

Le lezioni si tengono a Pescantina il lunedì ed il giovedì dalle ore 20.30 alle 22.00.

Michele Zecchini

Nasce il 18.06.1973 a Peschiera del Garda, in provincia di Verona.
La passione per le arti marziali lo porta già in giovane età ad iscriversi ad un corso di Judo.
Dal 1981 al 1984 pratica Judo dal M° Giuliano Ponchini 6° Dan F.I.L.K.A.M., presso il Judo Club Peschiera del Garda.
Nel 1990, quasi per caso, si iscrive ad un corso di Aikido, tenuto nella palestra Shin Thai Dojo a Castelnuovo del Garda in provincia di Verona. Il Corso era tenuto dal M° Carlo Lorenzon 2° Dan Aikikai.
La nuova disciplina lo colpisce profondamente per il contenuto filosofico e marziale che essa esprime, decidendo quindi di seguire ed imparare questa nuova disciplina. Al M° Carlo Lorenzon subentra nel 1995 il M° Luciano Lo Monaco 3° Dan A.S.A.I. – C.S.E.N., appena trasferitosi da Milano. Il M° Luciano Lo Monaco, allievo a sua volta del M° Guglielmo Masetti 7 ° Dan A.S.A.IC.S.E.N.F.I.L.K.A.M. gli offre l’opportunità di ampliare i propri orizzonti didattici. Nella seconda metà degli anni 90 inizia quindi a partecipare a stage tenuti da Maestri quali M° Masetti, M° Benedetti 7 ° Dan, M° Kawamukai 7° Dan, M° Alvarez 6° Dan, M° Leclerc 6° Dan, M° Malkom Tiki Shewan 6° Dan.
La competenza, l’approfondimento e i temi che i maestri propongono segnano profondamente il suo percorso marziale. L’idea che nasce in lui è che l’Aikido sia uno strumento potente per comprendere i meccanismi di relazione e di identità dell’uomo.
Nell’ottobre del 2001 sostiene l’esame di 1° Dan con il M° Guglielmo Masetti.
Nel 2004, le strada intrapresa con il M° Luciano Lo Monaco si interrompe. Contemporaneamente inizia un nuovo percorso che lo porterà a seguire il M°Hassan Raoui 6° Dan A.S.A.I. – C.S.E.N. – F.I.L.K.A.M. Nello stesso periodo incontra il M° Giampietro Savegnago 8° Dan A.I.A. allievo diretto del M° Hirokazu Kobayashi. Rimane molto colpito da quest’ultimo per lo straordinario livello marziale e umano che rappresenta, identificandolo come il prototipo del Maestro di Arti Marziali per eccellenza.
Nel 2005 grazie all’aiuto di alcuni compagni di pratica, Diego ed Alessio apre un corso di Aikido a Pescantina (VR) costituendo lo Tsunami Dojo.
Nel 2007, sotto la guida del M° Hassan Raoui riesce a sostenere l’esame di 2° Dan conferitogli dal M° Masetti, Maestri con cui nel 2013 consegue il 3° Dan e nel marzo 2018 il 4°.
Attualmente continua la sua opera di approfondimento dell’Aikido partecipando a numerosi stage nazionali ed internazionali; allo stesso tempo si dedica con entusiasmo allo sviluppo dei corsi dello Tsunami Dojo.

Roberto Castagnedi

Ha conosciuto l'arte dell'Aikido fra un allenamento e l'altro di pesistica, che al tempo si teneva nella stessa palestra (Shin Thai Dojo di Castelnuovo del Garda).
Ha iniziato a praticare nel gennaio del 2000 sotto la guida del M° Luciano Lo Monaco (3 Dan).
Gli vengono riconosciuti nel tempo i seguenti gradi:
- 5 Kyu il 02/06/2000;
- 4 Kyu il 01/06/2001;
- 3 Kyu il 21/05/2002.
In occasione di qualche sporadico stage il M. Luciano gli fece conoscere i vertici tecnici dell'associazione (ASAI) nella veste del M. Guglielmo Masetti (ora 7 Dan). Durante uno di questi conobbe anche il M. Hassan Raoui (ora 6 dan); colpito dallo stile creativo e vulcanico di quest'ultimo, ha iniziato una fiorente collaborazione che lo vide peregrinare in quel di Bergamo per seguirne mensilmente (o forse più) le lezioni. Frutto di questa nuova collaborazione furono l'acquisizione dei seguenti gradi:
- 2 Kyu il 25/06/2008;
- 1 Kyu il 23/06/2009.
Il 23/01/2011, sotto la guida del M° Michele Zecchini, il M° Hassan Raoui, il M° Tommaso Chiarolini (ora 4 dan) e la M° Laura Meucci (ora 6 dan), arriva il
- 1 Dan;
in questa occasione il M° Guglielmo Masetti presenziò da esaminatore e preparatore.
Nel 2013, con l'appoggio di Michele e la preparazione dei M. Masetti e Raoui, viene riconosciuto il
- 2 Dan.
Nel 2018 gli viene chiesto di sostenere l'esame di
- 3 Dan
che supera brillantemente nello stage di Rimini il 16 giugno.
In questi anni frequenta diversi stage, dove ha la fortuna di poter conoscere diverse scuole e diversi Maestri, tra cui: Giampietro Savegnago (8 Dan), Jaff Raji (5 Dan), Stefan Benedetti (ora 7 Dan), Takeshi Yamashima (7 Dan), Antonio Albanese (7 Dan), André Cognard (8 Dan), Andrea Re (5 Dan), Emilio Cardia (5 Dan), Andrea Caliò (5 Dan) e Fausto De Compadri (7 Dan). Assiduo e curioso di sperimentare, ricerca e coglie ogni occasione per conoscerne molti altri, per arricchire il proprio bagaglio culturale ed approfondire questa stupenda disciplina.

Giuseppe Benedetti

Entra nel mondo dell'Aiki nel 2007, praticando Aikijujutsu nella scuola Daito Ryu Seifukai.
Nel 2013 ottiene lo shodan. Nello stesso anno conosce lo Tsunami Dojo, e con esso l'Aikido.
Osserva delle differenze sostanziali tra le due scuole, ma non tanto nella forma quanto piuttosto nell'intenzione.
Nell'Aikijujutsu le tecniche sono finalizzate ad abbattere l'avversario, inferendogli il maggior danno possibile;
nell'Aikido si evolve verso il controllo armonioso sull'aggressore.
Attualmente continua lo studio dell'Aiki:
- presso lo Tsunami Dojo sotto forma di Aikido, con particolare attenzione allo "sfruttamento dei vuoti"
- presso la scuola Daito Ryu di Carpi in forma di Aikijujutsu, focalizzandosi sullo studio della conquista e del mantenimento dello "squilibrio".

Antonio Paolo Scienza

La sua avventura marziale inizia nel 1972; affascinato dai film orientali, si iscrive al Judo Club Peschiera sotto la guida il M. Osvaldo Mazzurega.
Dopo 3 anni di pratica judoka, trascinato da un amico, la sospese per provare l'arte dell'Aikido sotto la guida del M. Carlo Lorenzon; l'esperienza dura per altri 3 anni.
Quindi sospende le attività marziali in età adolescenziale per riprendere nel 1982 con il judo e con esso l'attività agonistica.
Nel 1995 consegue la cintura nera I Dan di Judo sotto la guida del M. Ponchini. Nello stesso anno, oltre al corso di Peschiera, affascinato dalla ricerca di altre realtà, segue dei corsi a Milano.
Alternando momenti di pausa e di assidua pratica, pur continuando con il Judo, nel 2008 riprende a praticare l'Aikido presso lo Tsunami Dojo sotto l'insistenza dell'amico Alessio La Cenere.
Nel 2010 frequenta il corso per insegnanti tecnici di Judo e ne consegue il diploma. Quindi inizia a tenere un corso per bambini.
Nel 2013 consegue il II Dan di Judo sempre sotto la guida del M. Ponchini.
Nel 2015 sotto la guida del M. Michele Zecchini consegue il grado di primo Kyu di Aikido e, nel dicembre 2016, supera l'esame di Shodan.
Il 24 giugno 2017 gli viene riconosciuto il grado di III Dan di Judo.
In questi anni di pratica aikidoka ha frequentato molti stage tenuti da diverse scuole.
Non sa ancora cosa sta cercando, ma è convinto che la via sia quella giusta!

Andrea Vermiglio

I primi interessi per le arti marziali nascono già all'età di 7 anni, assistendo a numerose lezioni di Judo del primo grande amico, ma, non potendolo praticare, rimangono per qualche anno ancora solo un desiderio.
Nel 1972 accompagnato da un cugino, ex olimpionico di Judo, sale per la prima volta su un tatami presso il Dojo "Kyoto Judo Kai" di Padova ed inizia a conoscere e praticare un'arte marziale fino ad allora praticamente sconosciuta: "L' Aikido" (sotto la guida del Maestro Antonio Parpajola già 2°Dan Aikikai). Nei pochi ma assidui anni praticati ha la grande fortuna di conoscere e praticare con grandi maestri giapponesi come Hiroshi Tada, Hideki Hosokawa, Motokage Kawamukai, Yoji Fujimoto. Da quest'ultimo, nel febbraio 1974, riceve il grado di V Kyu (di cui conserva ancora il diploma) e IV Kyu l'anno successivo. Ai numerosi stage frequentati regolarmente nella provincia di Mantova, dove già a quei tempi l'aikido era abbastanza conosciuto, conosce importanti maestri italiani tra i quali ricorda con piacere Giorgio Veneri e Fausto De Compadri.
In quegli anni arrivano in Italia famosi film di Kung Fu che influenzano le sue scelte marziali e lo allontanano dall'Aikido per iniziare (1976) la pratica del Karate stile Go Ju Ryu, sia per motivi di spettacolarità, sia per logistica (la nuova palestra "Samurai Dojo" diretta ancora adesso dal Gran Maestro Gianni Rossato, si trovava molto più vicina a casa). Il suo cammino marziale viene improvvisamente interrotto (dopo il conseguimento del 1 kyu, cintura marrone, a causa di un brutto problema ad un piede. Dopo circa 25 anni di pausa (quasi una vita) incontra e conosce casualmente un grande maestro di Aikido, Giampietro Savegnago, con cui instaura un sincero rapporto di amicizia e si lascia volentieri convincere che anche a 50 anni si può tranquillamente riprendere a praticare l'Arte dell'Aikido. Lo mette in contatto con gli attuali amici dello Tsunami Dojo di Pescantina (VR). Riparte quindi da zero nel 2009 iniziando a praticare con assiduità e, nonostante qualche incidente di percorso, sotto la paziente guida di Sensei Michele Zecchini (ora IV Dan), nel 2015 riesce a conseguire il grado di 1°Kyu. Nel giugno del 2018 sostiene con esito positivo l'esame di I Dan.

Nicola Perusi

- 5 kyu il 27-05-2013
- 4 kyu il 27-05-2014
- 3 kyu il 18-06-2015
- 2 kyu il 24-06-2016
- 1 kyu il 26-06-2017

Tiziano Massella

Nato a Verona, classe 1971.
Quando faceva la terza elementare avrebbe voluto fare Karate, ma allora, per molti genitori, veniva considerato uno sport violento, quindi le arti marziali sono rimaste per lui un sogno nel cassetto per parecchi anni.
Nel 2008 ha praticato un'anno di Yoseykan Budo, riportando un piccolo trauma al piede, a seguito del quale, sospese l'attività.
Nel frattempo, scoperta l'esistenza dello Tsunami Dojo proprio dietro casa, nel Gennaio del 2009, iniziò il suo percorso di Aikido, affascinato da due carattestiche di questa disciplina: non ci sono gare ed è molto difficile farsi male.
Gradi raggiunti nel primo periodo:
- 6° Kyu il 26/06/2009
- 5° Kyu il 25/06/2010
- 4° Kyu il 17/06/2011
- 3° Kyu il 28/06/2013
Nel corso di questi 4 anni, segue molti degli stage organizzati e/o proposti dallo Tsunami Dojo anche presso altre scuole.
In questo primo periodo di pratica, ha la fortuna di conoscere il Maestro Giampietro Savegnago e di seguire alcune sue lezioni, dalle quali ha tratto molto, sia a livello tecnico che personale.
A Settembre 2013 riprende a praticare normalmente, nonostante alcuni problemi di salute che lo porteranno dopo un paio di mesi a doversi fermare fino a Settembre 2015.
Fermarsi due anni gli ha fatto capire quanto bene faccia la pratica dell’Aikido, non solo fisicamente, ma anche spiritualmente.
Nonostante le difficoltà derivanti dalla pausa forzata, incredulo, riesce a conseguire i gradi di:
- 2° Kyu il 24/06/2016
- 1º Kyu il 14/06/2017

Damiano Fiorazzo

Da sempre affascinato dalle arti marziali.
Frequenta per 3 anni un dojo di Judo durante le scuole medie.
Dopo 30 anni scopre lo Tsunami Dojo a 5 minuti da casa e...
Anno 2013/2014
- Frequenta lo Tsunami Dojo e il 27/06/2014 viene riconosciuto 5° Kyu sotto la guida del M.Michele Zecchini e del M.Roberto Castagnedi.
Anno 2014/2015
- Scopre il Reiki e, sotto la guida di Carlo Cicchini Master Reiki, ne acquisisce il primo livello (25/09/2014).
- Inizia a frequentare stage di diverse scuole.
- Saltuariamente frequenta le lezioni del M. Hassan Raoui a Bergamo.
- Frequenta gli atelier di Aikishintaiso di Paolo Salvadego Shihan.
- Presso lo Tsunami Dojo nel giugno 2015 viene riconosciuto 4° Kyu.
Anno 2015/2016
- Nell’estate 2015 frequenta un corso settimanale di aikido tenuto da Valerio Celani Sensei dell'Accademia Aikido Scaligera* alla quale poi si iscrive e frequenta regolarmente.
- Frequenta gli atelier di Aikishintaiso di Paolo Salvadego Shihan.
- Frequenta 18 stage di diverse scuole.
- Allo Tsunami Dojo con scadenza mensile frequenta lezioni del M. Antonio Albanese.
- Presso lo Tsunami Dojo nel giugno 2016 viene riconosciuto 3° Kyu.
Anno 2016/2017
- Nell’estate 2016 frequenta un corso settimanale (prevalentemente di armi) sotto la guida di Paolo Salvadego Shihan.
- Frequenta 22 stage di diverse scuole (una menzione particolare per un’esperienza di 3 giorni a Roma sotto la guida di Seishiro Endo Shihan).
- Frequenta regolarmente l’AAS* sotto la guida di Valerio Celani Sensei.
- Allo Tsunami Dojo in un paio di occasioni segue lezioni di Guglielmo Masetti Shihan.
- Frequenta regolarmente lo Tsunami Dojo dove viene riconosciuto 2° Kyu (nella commissione oltre ai M.Michele Zecchini e Roberto Castagnedi è presente anche il M.Riccardo Zamperlin).
Anno 2017/2018
- Frequenta stage di diverse scuole.
- Frequenta regolarmente l’AAS* sotto la guida di Valerio Celani Sensei e nel gennaio 2018 viene riconosciuto 3° Kyu per l'Accademia di Aikido e Cultura Tradizionale Giapponese** da Paolo Salvadego Shihan.
- Sempre sotto la guida di Carlo Cicchini Master Reiki ne acquisisce il 2 livello (18/02/2018).
- Allo Tsunami Dojo saltuariamente segue lezioni di Guglielmo Masetti Shihan.
- Frequenta regolarmente lo Tsunami Dojo dove ottiene il 1° Kyu (25/06/2018) dai M.Michele Zecchini e Roberto Castagnedi.
Anno 2018/2019
- Ottiene il 2 Kyu (15/07/2018) per l'AACTG** da Paolo Salvadego Shihan.
- Consegue il 3 livello di Reiki (23/08/2018).
- Frequenta regolarmente entrambe le scuole (Tsunami Dojo e AAS*).

Roberto Totolo

Ha iniziato ad interessarsi di arti marziali nel 2012 frequentando per un anno una scuola di Wing Chun a Verona. Decide di fermarsi perché, rispetto a ciò che sentiva e cercava, la percepiva come un'arte troppo aggressiva, offensiva...
Nel 2013 l'amico Vermiglio lo invita ad una lezione di prova di Aikido e ne rimane affascinato. L'anno seguente inizia a frequentare regolarmente il corso di Pescantina.
Nel contempo nel 2015 frequenta un corso di difesa personale superando l'esame annuale (cintura gialla). L'esperienza non prosegue, come per il Wing Chun e più o meno per le stesse motivazioni....
I benefici che maggiormente trae dall'arte dell'Aikido sono: una maggiore elasticità ed un aiuto importante a mantenere una coesione tra mente e corpo.
Dal 26 Giugno 2017 è 3 Kyu.
Dal 25 Giugno 2018 è 2 Kyu.

Mattia Brunelli

- Consegue il 5 Kyu il 19 giugno 2015
- Consegue il 4 Kyu il 24 giugno 2016
- Consegue il 3 Kyu il 26 giugno 2017
- Consegue il 2 Kyu il 25 giugno 2018

Alessandra Squarzoni

Nel febbraio 2015 ha iniziato la pratica dell'Aikido presso lo Tsunami Dojo di Pescantina (VR) con il maestro Michele Zecchini.
Dal 25 Giugno 2018 è 2 Kyu.

Daniela Aldrighetti

Nell'annata 1995/6 consegue il Terzo Kyu di Aikido presso la palestra Aikido Scaligera col maestro Garonzi. Nel 2003 le viene riconosciuto il Primo Chi di Shaolin e lo stesso anno il Terzo di Tai Chi, entrambi della scuola del maestro Chang Dsu Yao, presso la palestra Wu Hsing col maestro Gabriele Ledri. Il 17 Dicembre 2018 le viene confermato il grado di Terzo Kyu di Aikido anche per la scuola ASAI.

Carlotta Olivieri

- Consegue il 5 Kyu il 26 giugno 2017
- Consegue il 4 Kyu il 25 giugno 2018
- Consegue il 3 Kyu il 17 dicembre 2018

Claudio Bonometti

- Consegue il 5 Kyu il 24 giugno 2016
- Consegue il 4 Kyu il 17 dicembre 2018
- Consegue il 3 Kyu il 20 giugno 2019

Donato Serio

- 4 Kyu

Luca Montanari

- Consegue il 6 Kyu il 19 giugno 2015

Sergio Pennacchioni

- Consegue il VI Kyu il 20 giugno 2019

Daniela Pennacchioni

- Consegue il VI Kyu il 20 giugno 2019

Matteo Zocca

- Consegue il VI Kyu il 20 giugno 2019

Chiara Pennacchioni

- Consegue il VI Kyu il 20 giugno 2019

Elieser Pantoja

- Mu Kyu

Manuela Padovani

- Mu Kyu

Marco Duffini

- Mu Kyu